martedì 3 aprile 2012

BISCOTTI TRADIZIONALI DI PASQUA #3


Ed eccoci al terzo appuntamento con i biscotti tradizionali di Pasqua. Quelli che vi presento oggi si chiamano CIAMBELLE, anche se non hanno niente a che vedere con questo nome!


Sono dei biscottini, che presentano all'inizio un impasto morbidissimo come quello dei biscotti al latte, ma che poi vengono sottoposti ad una lavorazione simile a quella dei  piparelli e sono anche arricchiti da mandorle e frutta candita.


INGREDIENTI (per 2 kg circa di biscotti) :

1 kg di farina
200 g di strutto
100 g di mandorle pelate e tritate grossolanamente
100 g di ciliegie candite spezzettate
250 ml di latte
400 g di zucchero
4 uova
30 g di cremor tartaro
15 g di bicarbonato

per la copertura :

1 uovo
q.b. zucchero


PREPARAZIONE :

Fare intiepidire leggermente il latte e scioglietevi lo zucchero dentro. In una ciotola impastate la farina con lo strutto, unite le mandorle e la frutta candita e amalgamate.
(Se avete le mandorle con le pellicine, sarà facile sbucciarle : portate ad ebollizione un po' d'acqua, spegnete il fuoco e tuffateci dentro le mandorle. Aspettate circa 10 minuti, fino a quando vedrete che la pellicina si sarà rigonfiata, dopodiché scolatele e sbucciatele, in questo modo sarà molto facile e veloce.)

Disponete la farina a fontana e versateci al centro il latte con lo zucchero, le uova leggermente sbattute, il cremor tartaro ed il bicarbonato, facendo in modo che si sciolgano nei liquidi. Impastate appena appena (l'impasto sarà morbidissimo) e, aiutandovi con la farina, formate 9 panetti lunghi e stretti, del peso di circa 250 g ciascuno e delle dimensioni di cm 4 x 30 circa (ovviamente le misure sono state adattate al forno di casa, nel forno a legna i panetti sono molto più grossi).

Disponeteli sulle teglie foderate di carta forno, spennellateli con un uovo leggermente sbattuto e cospargeteli di zucchero.


Infornate, a forno già caldo, a 220° per 20 minuti.


Sfornateli e, da caldi, tagliateli in fettine lievemente oblique di circa 1,5 - 2 cm  di spessore. Rimetteteli sulla teglia e fateli asciugare nuovamente in forno per circa 7 minuti.


Con il raffreddamento si induriranno e, grazie a questo, si conserveranno a lungo chiusi in barattoli di vetro, in scatole di latta o dentro sacchetti di plastica per alimenti.


Li conoscevate già?

6 commenti:

  1. devo dire non li conoscevo somigliano un po a dei cantucci ma hanno un impasto diverso, fanno però molta gola , auguri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. somigliano anche a dei biscotti all'anice,ma quelli sono anche più morbidi.vai a vedere i piparelli,quelli sono davvero molto simili ai cantucci!

      Elimina
  2. Che bella ricettina tutta da provare!!!!!

    RispondiElimina
  3. golosi i tuoi biscotti, bello il tuo blog, l'ho scoperto per caso e mi sono iscritta tra i tuoi lettori, ciao SILVIA

    RispondiElimina